Homepage

News News

Esclusione del socio lavoratore dalla cooperativa e rapporto di lavoro: rimessione alle S.U.

26 Maggio 2017 | di La Redazione

Cass. Civ.

Società cooperative

La questione relativa ai rapporti tra delibera di esclusione del socio lavoratore dalla cooperativa e rapporto di lavoro ha avuto soluzioni contrastanti, da parte della giurisprudenza. Sussistono incertezze applicative sulle regole da applicare in tema di tutela del socio lavoratore in caso di esclusione dalla cooperativa.

Leggi dopo
Quesiti Operativi Quesiti Operativi

Fondazioni Onlus: adempimenti di bilancio annuale

25 Maggio 2017 | di Maurizio Stella

Onlus

Fondazioni Onlus: a quale Ente (Regione / Agenzia Entrate) devono obbligatoriamente inviare il bilancio annuale completo di relazione del Collegio dei Revisori le Fondazioni con riconoscimento ONLUS? Esiste una specifica data di scadenza per l'eventuale tale invio?

Leggi dopo
Autorità e Prassi Autorità e Prassi

Linee Guida ABI sulla gestione dei fondi di prevenzione dell'usura

24 Maggio 2017 | ABI | di Fabio Fiorucci

Contratti bancari

L'art. 15 della L. n. 108/1996 ha previsto l'istituzione di un "Fondo per la prevenzione del fenomeno dell'usura", finalizzato all'erogazione di contributi in favore di appositi fondi speciali costituiti dai Confidi e dalle Fondazioni e Associazioni riconosciute per la prevenzione del fenomeno dell'usura.

Leggi dopo
La Bussola LA BUSSOLA

Omessa comunicazione di conflitto di interessi

24 Maggio 2017 | di Dario Scarpa

Il tema della omessa comunicazione dell’interesse in conflitto dell’amministratore all’interno delle società di capitali sottende la precisa ratio della previsione normativa per cui occorre, da parte della società, una attenta disamina della natura, della portata e degli effetti del singolo interesse di cui l’amministratore è portatore nei confronti della società che sta gestendo. Difatti, la nuova regola del c.d. conflitto di interesse è stata profondamente cambiata rispetto al passato ed ora si può apprezzare come un interesse dell’amministratore abbia rilevanza solo a seguito della verificazione di un danno a carico della società, all’esito della verificazione che il soggetto non abbia rispettato una dettagliata procedura di informazione a favore dell’ente.

Leggi dopo
News News

È possibile chiedere la risoluzione di singoli ordini di investimento

24 Maggio 2017 | di La Redazione

Cass. Civ.

Intermediari finanziari

L’investitore ha facoltà di chiedere la risoluzione dei singoli ordini di investimento, in caso di inadempimento di non scarsa importanza dell’intermediario.

Leggi dopo
Giurisprudenza commentata Giurisprudenza commentata

Dichiarazione di fallimento: la Cassazione riconosce la funzione di condizione oggettiva di punibilità

23 Maggio 2017 | di Niccolò Bertolini Clerici

Cass. Pen.

Bancarotta fraudolenta

Nell’ambito dei reati fallimentari, la dichiarazione di fallimento ha funzione di mera condizione oggettiva di punibilità ai sensi dell’art. 44 c.p., determinando anche il dies a quo della prescrizione e radicando la competenza per territorio.

Leggi dopo
News News

L’ente non può acquistare partecipazioni di società in perdita sistematica

23 Maggio 2017 | di La Redazione

Corte dei Conti

Società partecipate

Un ente locale non può acquistare partecipazioni di una società in perdita strutturale: tale limite deve ritenersi implicito nel sistema delineato dal T.U. sulle società partecipate (D.Lgs. n. 175/2016).

Leggi dopo
News News

Incoraggiamento all’impegno a lungo termine degli azionisti

22 Maggio 2017 | di La Redazione

Direttiva

Società quotate

È stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale europea n. 132 del 20 maggio scorso la Direttiva UE 2017/828 del 17 maggio, che modifica la precedente Direttiva 2007/26/CE sull’incoraggiamento dell’impegno a lungo termine degli azionisti di società quotate.

Leggi dopo
Focus Focus

Esercizio del diritto di voto nella partecipazione di s.r.l. pignorata

22 Maggio 2017 | di Fabio Cesare

Pignoramento di quote sociali

Nelle s.r.l. non è disciplinato il voto della quota di s.r.l. pignorata qualora non sia ancora stato nominato il custode. L’art. 2352 c.c., in tema di s.p.a., richiamato dall’art. 2471-bis c.c., attribuisce il voto al custode in caso di sequestro ma nulla dispone in caso di pignoramento. Nel caso non infrequente che il custode non venga o non sia ancora stato nominato, sarebbe legittimato al voto il debitore, come previsto dall’art. 559 c.p.c. in tema di espropriazione immobiliare. Simile soluzione, adottata dal Tribunale di Milano, potrebbe non essere efficiente in caso di conflitto tra soci, poiché esporrebbe il voto a finalità distorsive incompatibili con il perseguimento degli interessi sociali nell’assemblea. Per ricondurre il voto alla sua funzione è forse quindi ipotizzabile attribuirlo al creditore procedente, applicando analogicamente le disposizioni sul pegno e fissandone i limiti applicando i principi in tema di abuso della maggioranza.

Leggi dopo
Autorità e Prassi Autorità e Prassi

Assonime: Circolare n. 11 sulle nuove misure a sostegno delle banche

19 Maggio 2017 | Assonime | di La Redazione

Crisi bancarie

Con Circolare n. 11/2017, pubblicata lo scorso 15 maggio sul proprio sito, Assonime illustra le nuove disposizioni per la tutela del risparmio nel settore creditizio introdotte dal c.d. Decreto salva-risparmio.

Leggi dopo

Pagine