Focus

La competenza degli uffici sociali in ordine alla domanda di concordato preventivo nella società a responsabilità limitata

Sommario

Il rapporto tra l’art. 152 L.Fall. e l’art. 2479, comma 1, c.c.. | Il dibattito dottrinale sul “diritto societario della crisi di impresa”. Implicazioni. Esclusione del meccanismo devolutivo ex art. 2479, comma 1, c.c. | La concorrente competenza dei soci in ordine alla domanda di concordato che, per la attuazione del piano, richiede decisioni tipizzate ai sensi dell’art. 2479 c.c. | Conclusioni | Guida all’approfondimento |

 

L’art. 152 L.Fall. attribuisce all’ufficio amministrativo delle società di capitali la competenza a deliberare la proposta di concordato preventivo salvo diversa disposizione dell’atto costitutivo. Avendo riguardo alla società a responsabilità limitata, l’Autore indaga il rapporto tra tale disposizione e quella dell’art. 2479, comma 1, c.c. che prevede un meccanismo devolutivo in favore dei soci. Anche alla luce del dibattito sulla configurabilità del diritto societario della crisi di impresa, viene prospettata una ricostruzione della disciplina che esclude la operatività del meccanismo devolutivo e riconosce la concorrente competenza dei soci in ordine alla domanda di concordato che, per l’attuazione del piano, richiede decisioni tipizzate ex art. 2479 c.c.

Leggi dopo