Focus

La revisione della Direttiva sui diritti degli azionisti

Sommario

Premessa | Identificazione degli azionisti (art. 3 bis), trasferimento di informazioni (art. 3 ter) ed agevolazione dell’esercizio dei diritti dell’azionista (art. 3 quater) | L'impegno e la trasparenza dei gestori, degli investitori istituzionali e dei proxy advisors (artt. 3 octies, novies, decies e undecies) |

 

Il 20 maggio scorso è stata pubblicata sulla GU dell’Unione Europea la Direttiva (UE) 2017/828 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 17 maggio 2017, che modifica la Direttiva 2007/36/CE relativa all’esercizio di alcuni diritti degli azionisti di società quotate (Shareholder Rights Directive, SRD) per quanto riguarda l’incoraggiamento dell’impegno a lungo termine degli azionisti. Gli Stati membri avranno fino a due anni per recepire le nuove disposizioni nel diritto interno.

Leggi dopo