Giurisprudenza commentata

Il concorso dell’extraneus nei reati fallimentari

Sommario

Massima | Il caso | La questione | Le soluzioni giuridiche | Conclusioni |

 

In tema di reati fallimentari, è configurabile il concorso nel reato di bancarotta fraudolenta da parte di persona diversa dall’imprenditore fallito ovvero estranea, anche di fatto, all’organo amministrativo della società fallita qualora la condotta realizzata in concorso con l’intraneo sia stata efficiente per la produzione dell’evento in termini di contributo necessario od agevolatore e l’estraneo abbia operato con la consapevolezza e volontà di ledere o porre a rischio le ragioni creditorie.

Leggi dopo