Giurisprudenza commentata

Requisiti di forma dei servizi di investimento e ordini di negoziazione impartiti oralmente

Sommario

Massima | Il caso | Le questioni giuridiche | Conclusioni |

 

La prescrizione dell’art. 23 d.lgs. 24 febbraio 1998, n. 58, secondo cui i contratti relativi alla prestazione di servizi di investimento debbono essere redatti per iscritto a pena di nullità del contratto, deducibile solo dal cliente, attiene al contratto quadro […] e non ai singoli ordini di investimento (o disinvestimento) che vengono poi impartiti dal cliente all’intermediario, la cui validità non è soggetta a requisiti di forma.

Leggi dopo

Le Bussole correlate >