News

Amministratori senza deleghe: responsabilità

25 Giugno 2019 |

App. Milano 10 giugno 2019

Responsabilità degli amministratori di s.p.a.

Gli amministratori senza deleghe  (detti anche «amministratori non esecutivi») sono responsabili  solidalmente con l’amministratore delegato che ha concretamente posto in essere il comportamento dannoso se, essendo venuti a conoscenza dell’emersione di progressive perdite di esercizio della società, non dimostrano di:

- aver vigilato sull’operato dell’amministratore delegato;

- essersi informati sul compimento degli affari sociali e, in particolare, sull’operazione in concreto posta in essere;

- aver diligentemente verificato che l’operazione che si sta compiendo non è dannosa per la società;

- aver sollecitato lo stesso amministratore delegato ad adottare idonei rimedi per evitare pregiudizio alla società ovvero per eliminarne o attenuarne le conseguenze dannose.

 

Tutti gli amministratori, infatti, a prescindere dal fatto che abbiano o non abbiano deleghe, hanno un generale e costante potere-dovere di controllo sul compimento degli affari sociali, di conservazione del patrimonio, di corretta tenuta delle scritture contabili, di corretta redazione dei bilanci e, non da ultimo, di agire informato (art. 2381 c. 6 c.c.).

Leggi dopo