News

Atti notarili, MUI e imposta dovuta al Registro delle Imprese

24 Maggio 2019 |

Art. 1, commi 1-bis, 1-bis1 e 1-ter, D.P.R. 26 ottobre 1972, n. 642
D.M. 22 febbraio 2007

Registro delle imprese

 

 

In accordo con gli orientamenti espressi dalla commissione tecnico-giuridica di Unioncamere e del Consiglio Naizonale del Notariato, il versamento tramite MUI dell’imposta di bollo nella misura forfettaria ex art. 1, commi 1-bis, 1-bis1 e 1-ter, D.P.R. 26 ottobre 1972, n. 642, comprende il bollo dovuto al Registro delle Imprese.

 

È irrilevante che il versamento sia successivo alla domanda di iscrizione dell’atto nel Registro.

 

Nella modulistica da consegnare al Registro, nella distinta “Fedra”, si sceglie l’opzione “bollo assolto all’origine” inserendo, nell’apposito campo, la dicitura “assolto ai sensi del D.M. 22 febbraio 2007 mediante MUI”.

 

Di seguito i casi di inclusione e l’imposta dovuta:

 

Tipo di atto

Imposta di bollo MUI

Imposta Registro Imprese

Atti propri della società (atto costitutivo, verbale di assemblea, fusione/scissione, conferimento d’azienda)

€ 156

X

Atti di cessione di quote sociali

€ 15

dovuta

Procure e revoche di procure

€ 30

dovuta

Cessione/affitto d’azienda e pegno su quote sociali

€ 45

dovuta

Trasferimento o costituzione diritti reali di godimento su beni immobili

€ 300

X

Atti che comportano formalità nei pubblici registri immobiliari

€ 225

X

Leggi dopo