News

ETS: pubblicate le linee guida per la valutazione dell'impatto sociale

13 Settembre 2019 |

DM Min. Lav. 23 luglio 2019 n.161959

Enti del Terzo settore

 

Sono disponibili le linee guida per la realizzazione di sistemi di valutazione dell'impatto sociale delle attività svolte dagli Enti del Terzo Settore (ai sensi dell'art. 7 c. 3 L. 106/2016).

 

Il legislatore, DM Min. Lav. 23 luglio 2019 n.161959, individua, in tale valutazione, lo strumento attraverso il quale gli ETS comunicano ai propri stakeholders l'efficacia nella creazione di valore sociale ed economico. Le valutazioni saranno realizzate con metodi qualitativi e quantitativi e potranno prevedere un sistema di indici e indicatori di impatto, da mettere in relazione con quanto eventualmente rendicontato nel bilancio sociale.

 

Le linee guida hanno un valore promozionale, ponendosi quale strumento di facilitazione: definiscono criteri e metodologie condivisi che consentono di valutare, sulla base di dati oggettivi e verificabili, i risultati raggiunti rispetto agli obiettivi programmati.

 

Soggetti

 

Sono interessati gli ETS che intrattengono rapporti con le PA, nell'ambito di procedure di affidamento di servizi di interesse generale. La valutazione di impatto è applicabile ad interventi ed azioni di media e lunga durata (almeno diciotto mesi) e di entità economica superiori ad euro 1.000.000,00, se sviluppati in ambito interregionale, nazionale o internazionale.

 

Categorie di stakeholders coinvolte

 

Il processo di valutazione è diretto a:

  • finanziatori che utilizzano la misurazione per comprendere l'efficacia del proprio intervento;
  • beneficiari ultimi di un intervento e tutti gli altri stakeholders interessati a comprendere, anche se in misura diversa, le ricadute sociali ed economiche generate dall'organizzazione (es. comunità locale, lavoratori, utenti etc.);
  • lavoratori, collaboratori, soci e volontari dell'organizzazione;
  • cittadini interessati a conoscere come e con quali risultati vengano impiegate le risorse pubbliche;
  • soggetti pubblici interessati a valutare i benefici sociali generati da un intervento nel territorio e nelle comunità locali di appartenenza.

 

Metriche di valutazione

 

In tal senso, agli ETS è riconosciuto un elevato grado di autonomia nello scegliere come svolgere la valutazione di impatto e nell’adeguarla alla tipologia di attività e ai progetti svolti dall’ente.

 

Ciò, nel rispetto di alcuni principi e contenuti minimi:

  • intenzionalità;
  • rilevanza;
  • affidabilità;
  • misurabilità;
  • comparabilità;      
  • trasparenza e comunicazione.

 

Obiettivi della valutazione

 

Il sistema di valutazione dell'impatto sociale ha il fine di far emergere:

  • il valore aggiunto sociale generato;
  • i cambiamenti sociali prodotti grazie alle attività del progetto;
  • la sostenibilità dell'azione sociale.

 

Coordinamento con il bilancio sociale

 

  • Per gli ETS tenuti ex lege alla redazione del bilancio sociale e/o per quei soggetti che volontariamente scelgono di redigere il suddetto documento, la valutazione di impatto sociale può divenire parte integrante del bilancio;
  • Per gli ETS che operano in contesti internazionali, le valutazioni di impatto riconosciute in tali contesti sono considerate in tutto equiparabili a quelle redatte sulla base delle presenti linee guida.
Leggi dopo