News

Società di persone: liquidazione della quota del socio uscente

Nelle società di persone, la liquidazione della quota del socio uscente non può essere effettuata facendo esclusivamente riferimento all’ultimo bilancio sociale o comunque ai criteri di redazione del bilancio d’esercizio, ma si deve tenere conto anche dell’effettiva consistenza del patrimonio sociale al momento dell’uscita del socio.

 

Ne segue che la situazione patrimoniale (da redigersi ai sensi dell’art. 2289 c. 2 c.c.) deve tener conto distintamente di tutti i diversi cespiti che, in concreto, formano l'attivo patrimoniale della società (ad esempio l’avviamento, i risultati positivi e negativi delle diverse operazioni in corso, gli utili e le perdite sofferte dalla società, gli immobili).

 

Nel caso concreto, invece, il complesso aziendale era stato valutato «in base ad un criterio prettamente finanziario» e in termini reddituali (tenendo conto cioè del valore del canone di affitto dell'azienda) e l’immobile, utilizzato dall’azienda, era stato semplicisticamente valutato al costo di realizzazione.

Leggi dopo