Bussola

Conservazione scritture contabili

Sommario

Inquadramento | Introduzione | Soggetti obbligati ed esonerati | Modalità di tenuta | Modalità di conservazione | Aspetti fiscali | Giurisprudenza rilevante | Riferimenti |

 

Le scritture contabili sono documenti che servono per determinare il risultato d’esercizio e vanno tenute e conservate con particolare attenzione perchè consentono all’imprenditore commerciale di provare i fatti aziendali in tutte le circostanze in cui si verifichino possibili controversie di natura penale, fiscale, societaria e commerciale. Bisogna ricordare che il soggetto che ha la qualifica di piccolo imprenditore non è obbligato a tenere libri contabili. I principali libri contabili sono:  libro giornale (obbligatorio)  libro degli inventari (obbligatorio)  libro mastro  piano dei conti  libro di cassa  libro di magazzino  registri IVA  libro beni ammortizzabili  altri libri sociali, distinti tra: quelli obbligatori per le s.r.l., cioè libro dei soci, delle decisioni dei soci, delle decisioni degli amministratori, delle decisioni del collegio sindacale o del revisore; quelli obbligatori per le s.p.a. e le società cooperative, cioè libro dei soci, libro delle adunanze e delle deliberazioni delle assemblee, libro delle adunanze e delle deliberazioni del consiglio di amministrazione o del consiglio di gestione, libro delle adunanze e delle deliberazioni del collegio sindacale, ovvero del consiglio di sorveglianza o del comitato per il controllo sulla gestione, libro delle ob...

Leggi dopo