Bussola

Consorzi e società consortili

Sommario

Inquadramento | Il contratto di consorzio | Consorzi con attività interna e consorzi con attività esterna | La struttura del consorzio | Consorzi e figure affini | Autonomia patrimoniale del consorzio | Le società consortili | La disciplina delle società consortili | Riferimenti |

 

Con la stipula di un contratto di consorzio, due o più imprenditori mirano a costituire un’organizzazione comune che risulti idonea a disciplinare e svolgere nella maniera più efficiente ed efficace possibile determinate fasi dell’attività delle rispettive imprese.   Lo scopo principale, ed alcune volte l’unico scopo, alla base della stipula di un contratto di consorzio si rinviene nella volontà delle parti (gli imprenditori) di riuscire a disciplinare la reciproca concorrenza all’interno del mercato, che le parti solitamente svolgono la medesima attività o attività similari.   Un’ulteriore finalità può essere quella di incrementare oppure consolidare la propria posizione competitiva all’interno del mercato nel quale le parti operano. Infatti, con un contratto di consorzio le imprese, generalmente, sono capaci di ridurre considerevolmente le spese generali di esercizio.
Il contratto di consorzio si può quindi concretizzare in una cooperazione, a cui fanno maggiormente ricorso le piccole e le medie imprese, allo scopo di preservare ed accrescere la struttura concorrenziale del mercato.

Leggi dopo

Esplora i contenuti più recenti su questo argomento

Le Bussole correlate >