Bussola

S.A.S.

10 Luglio 2013 |

Sommario

Inquadramento | Introduzione | Nozione e responsabilità del socio | Costituzione e denominazione | Amministrazione e rappresentanza | Scioglimento | Aspetti fiscali | Riferimenti |

 

L’art. 2247 c.c. definisce la società come frutto di un contratto stipulato da due o più persone, le quali conferiscono beni o servizi finalizzati alla divisione degli utili derivanti dall’esercizio comune di un’attività economica. L’Ordinamento prevede inoltre differenti tipi di società che possono essere adottate dagli imprenditori, in base alle caratteristiche dell’impresa, del capitale necessario allo sviluppo dell’attività o altri elementi soggettivi. Le società sono infatti classificate in due macrocategorie: società di persone e società di capitali, che si differenziano in molti aspetti, dalla governance, alla responsabilità dei soci per le obbligazioni della società. Nelle società di persone prevale, ai fini dello svolgimento dell’attività d’impresa, l’elemento personale dei soci, mentre nelle società di capitali, soprattutto nelle società per azioni, prevale l’aspetto del capitale. La società in accomandita semplice (s.a.s.), è classificata tra le società di persone, sebbene contenga la figura del "socio capitalista", definito dall’art. 2313 c.c. come accomandatario, vale a dire del soggetto che non assume la qualifica di imprenditore all’interno dell’azienda, ma finanzia attraverso l’apporto del solo capitale l’attività. I soci imprenditori, ai quali è riservata la g...

Leggi dopo