Bussola

Swap

Sommario

Inquadramento | Funzione di copertura e speculativa degli swap | Principali tipologie di swap | Riferimenti |

 

Gli swap consistono in contratti mediante i quali le parti si obbligano a scambiare tra loro pagamenti, il cui ammontare è determinato sulla base di paramenti di riferimento diversi. Questa tipologia di contratti rientra in quella cosiddetta a effetti obbligatori ossia quelli dove ciascuna parte si assume l’obbligo di eseguire pagamenti a scadenze stabilite anche se non coincidenti.   Negli swap sono infatti presenti due promesse di corrispondere una certa quantità di denaro, dove al momento dell’adempimento solo una delle due potrebbe essere tenuta all’esecuzione della prestazione. Scendendo ancor più nel dettaglio, gli swap sono contratti di durata, in quanto realizzano molteplici pagamenti reciproci, distinti ed autonomi, benché connessi tra loro, proiettati nel tempo per soddisfare un interesse “periodico” dei contraenti. Dalla definizione di swap si ricava, inoltre, che le prestazioni devono essere calcolate su “parametri” di riferimento necessariamente “diversi”.   Fra le varie categorie di swap le due principali sono: quelli sui tassi di interesse, cd. interest rate swap e gli swap di valuta, currency swap. Con uno swap del primo tipo i contraenti assumono l’impegno di scambiarsi due insiemi di pagamenti, denominati in una medesima valuta e quantificati mediante il calc...

Leggi dopo