Bussola

Titoli azionari

19 Gennaio 2017 |

Sommario

Inquadramento | L’emissione delle azioni | Azioni senza (indicazione del) valore nominale | Indivisibilità, comproprietà e inscindibilità delle azioni | L’assegnazione di azioni in misura non proporzionale | I diritti e gli obblighi nascenti dall’azione | Riferimenti |

 

L’art. 2346 c.c. stabilisce che la partecipazione sociale è rappresentata da azioni, senza, tuttavia, definirne la nozione. Molteplici sono le definizioni d’azione, che, tradizionalmente, sono state date: quote di partecipazione dei soci nella società, omogenee e standardizzate, liberamente trasferibili e di regola rappresentate da documenti (i titoli azionari) che circolano secondo la disciplina dei titoli di credito; frazione (minima e) indivisibile del capitale sociale; un complesso (minimo e) unitario di posizioni giuridiche soggettive e il titolo (documentale, ma oggi sempre più scrittura di conto) in funzione della circolazione delle suddette frazioni di capitale e situazioni soggettive; la partecipazione del socio nella società, esprimendo così il fenomeno societario dall’angolo visuale del socio, riproducendo gli elementi di struttura del contratto sociale in quelli che sono i loro riflessi soggettivi. L’azione indicherebbe inoltre la frazione di capitale sociale nella quale la partecipazione nella società si puntualizza quantitativamente. L’azione indicherebbe infine lo strumento finanziario che esprimendola sul mercato funge da veicolo di circolazione dell’investimento nella società; elemento essenziale della struttura organizzativa della società, da intendersi come ...

Leggi dopo