Bussola

Venture capital

29 Aprile 2019 | ,

Sommario

Introduzione | Caratteristiche ed opportunità | I venture capitalists | Procedura di investimento | Aspetti fiscali | Riferimenti | |

 

  L’operazione di Venture Capital è definita dall’Associazione Italiana del Private Equity e Venture Capital (A.I.F.I.) come l’ “attività di investimento nel capitale di rischio di imprese non quotate, con l’obiettivo della valorizzazione dell’impresa oggetto dell’investimento, ai fini della sua dismissione entro un periodo di medio-lungo termine”. Il fondo di Venture Capital è disciplinato dall’art. 31 del D.L. 98/11 e dal D.M. 21 dicembre 2012. La legge di Bilancio 2019 interviene sulla definizione, stabilendo, all’art. 1, comma 219, che il fondo di Venture Capital si sostanzia in due forme tecniche, entrambe disciplinate dal Testo Unico della Finanza (Tuf), ovvero l’Oicr chiuso e la Sicaf (società d’investimento a capitale fisso). Sono, quindi, fondi di Venture Capital (Fvc) queste due entità, purché residenti in Italia o in Stati membri dell'Unione europea o in Stati aderenti all'accordo sullo spazio economico europeo che investono almeno l’85% (prima il 75%) del valore degli attivi in Pmi non quotate in mercati regolamentati. Inoltre, ulteriore modifica apportata dalla citata Legge di Bilancio riguarda l’età delle imprese destinatarie dei fondi, la quale si allunga a sette anni (rispetto al precedente requisito di non più di 36 mesi). Il Venture Capital è una forma di inv...

Leggi dopo