Giurisprudenza commentata

Giurisprudenza commentata

Quando è rimborsabile il versamento del socio in conto futuro aumento di capitale

30 Novembre 2017 | di Martino Liva

Tribunale di Milano

Apporti in conto capitale, a fondo perduto e a copertura perdite

L’apporto di danaro a favore di una s.r.l. finalizzato alla sottoscrizione di un futuro aumento del capitale sociale (generalmente qualificato come “versamento in conto futuro aumento di capitale”), fa sorgere nei confronti del finanziatore – indipendentemente dalla sua qualifica di socio o terzo - un credito verso la società. Di conseguenza...

Leggi dopo

Responsabilità degli amministratori e rilevanza causale della condotta del singolo socio o del terzo

27 Novembre 2017 | di Antonio Franchi

Tribunale di Roma

Azioni di responsabilità verso amministratori e soci di s.r.l.

Ove il terzo alleghi che la propria volontà negoziale sia stata in qualche modo determinata (alterandola) dal fatto che dai bilanci risultassero circostanze non rispondenti al vero che lo abbiano indotto a concludere il contratto, egli è tenuto a provare la specificità di tali circostanze, nonché l’idoneità di esse a trarlo in inganno, importando il riferimento all’incidenza diretta del danno sul patrimonio del terzo danneggiato, quale tratto distintivo della responsabilità in argomento un esame rigoroso del nesso causale...

Leggi dopo

Apertura della liquidazione del patrimonio di start up innovativa e legge fallimentare

21 Novembre 2017 | di Fabio Cesare

Tribunale di Milano

Start up innovativa

A norma dell’art. 31 D.L. n. 179/2012, convertito con l. n. 221/2012, le start up innovative non sono soggette a procedure concorsuali diverse da quelle previste dal capo II della legge 27 gennaio 2012, n. 3 se regolarmente iscritte nell’apposita sezione speciale del registro delle imprese.

Leggi dopo

Il momento consumativo della c.d. “ricettazione pre-fallimentare”

10 Novembre 2017 | di Marco Marzari

Cass. Pen.

Reati fallimentari

Il reato di “ricettazione fallimentare”, a differenza dalla fattispecie criminosa comune prevista dall’art. 648 c.p., non si configura come reato a consumazione istantanea, dovendosi invece considerare la condotta punibile come un unicum comprensivo dei singoli segmenti che portano al risultato distrattivo dei beni della persona giuridica, prima della dichiarazione del fallimento.

Leggi dopo

Modello organizzativo 231 e modelli aziendali Iso per la Cassazione “pari non sono”

08 Novembre 2017 | di Ciro Santoriello

Cass. Pen.

Responsabilità amministrativa degli enti ex d.lgs. 231/2001

I modelli aziendali Iso Uni En Iso 9001 non possono essere ritenuti equivalenti ai modelli richiesti dal d.lgs. 231 del 2001, qualora non contengano l'individuazione degli illeciti da prevenire unitamente alla specificazione del sistema sanzionatorio delle violazioni del modello.

Leggi dopo

Inapplicabilità della clausola di prelazione al change of control

03 Novembre 2017 | di Angelo Lauria

Tribunale di Roma

Clausole di prelazione

In materia di S.p.a., pur in presenza di clausola di prelazione statutaria avente portata applicativa molto ampia, la fattispecie del trasferimento della partecipazione sociale non può equipararsi al fenomeno, del tutto differente, del mutamento del controllo di un socio.

Leggi dopo

Pignoramento di quote: il conflitto tra creditore pignorante ed acquirente va risolto ai sensi dell’art. 2914 n. 1 c.c.

24 Ottobre 2017 | di Cristina Cengia, Francesca Giovannardi

Cass. Civ.

Pignoramento di quote sociali

In tema di pignoramento della partecipazione nella s.r.l., il conflitto tra creditore pignorante ed acquirente della partecipazione va risolto applicando l'art. 2914 n. 1 c.c., con la conseguenza che non hanno effetto in pregiudizio del primo le alienazioni che siano state iscritte nel Registro delle Imprese successivamente all'iscrizione del pignoramento...

Leggi dopo

Nozione di persona estranea nel delitto commesso dall’amministratore e posizione dell’ente

20 Ottobre 2017 | di Ciro Santoriello

Cass. Pen.

Ostacolo all'esercizio di funzioni di vigilanza

Per persona estranea al reato, il cui patrimonio non può essere interessato da un provvedimento di sequestro preventivo o di confisca, deve intendersi il soggetto che non abbia partecipato alla commissione del delitto, non abbia tratto alcun vantaggio dal reato e che...

Leggi dopo

Trasferimento di partecipazioni sociali e competenza del tribunale delle imprese

13 Ottobre 2017 | di Guido Romano

Cass. Civ.

Sezioni specializzate in materia di imprese

In tema di competenza delle sezioni specializzate in materia di impresa, nelle controversie relative alle partecipazioni sociali o ai “diritti inerenti” queste ultime, di cui all'art. 3, commi 2, lett. b), e 3, D.Lgs. n. 168/2003, come sostituito dall’art. 2, comma 1, lett. d), D.L. n. 1/2012, conv., con mod., in L. n. 27/2012, detta competenza si determina in relazione all’oggetto della controversia, dovendo sussistere un legame diretto di questa con i rapporti societari e le partecipazioni sociali, riscontrabile alla stregua del criterio generale del petitum sostanziale...

Leggi dopo

L’avviamento quale oggetto del reato di bancarotta fraudolenta patrimoniale

05 Ottobre 2017 | di Enrico Corucci

Cass. Pen.

Bancarotta fraudolenta

In ordine al reato di bancarotta fraudolenta patrimoniale non è suscettibile di distrazione l’avviamento commerciale dell’azienda se, contestualmente, non sia stata oggetto di disposizione anche l’azienda medesima o quanto meno i fattori aziendali in grado di generare l’avviamento...

Leggi dopo

Pagine