Giurisprudenza commentata

Giurisprudenza commentata

Agevolazioni fiscali e fondazioni bancarie

15 Giugno 2018 | di Giovambattista Palumbo

Cass. Civ.

Fondazioni

Alle Fondazioni bancarie, nella disciplina precedente alla loro privatizzazione, non spettava l'agevolazione fiscale della riduzione alla metà dell’aliquota Irpeg, riconosciuta, ai sensi dell'art. 6, d.P.R. 29 settembre 1973, n. 601, agli Enti che svolgono attività no profit, in particolare laddove la stessa Fondazione poteva comunque partecipare, grazie alla detenzione della quota di maggioranza, aell'amministrazione della banca, svolgendo un ruolo d'influenza sulla governance della cassa di risparmio conferitaria.

Leggi dopo

Falso in bilancio: momento consumativo, conti d’ordine, persone offese ed elemento soggettivo

12 Giugno 2018 | di Ciro Santoriello

Cass. Pen.

False comunicazioni sociali

Per persona estranea al reato, il cui patrimonio non può essere interessato da un provvedimento di sequestro preventivo o di confisca, deve intendersi il soggetto che presenti questi tre requisiti a) non abbia partecipato alla commissione del delitto, b) non abbia tratto alcun vantaggio dal reato, c) ignori senza colpa che le cose di cui dispone siano il prodotto, il profitto o il mezzo per commettere un reato.

Leggi dopo

Brevi note su ISC e clausola floor nei mutui

07 Giugno 2018 | di Fabio Fiorucci

Tribunale di Bologna

Contratti bancari nell'impresa

L'ISC non ha alcuna funzione o valore di “regola di validità”, tanto meno essenziale, del contratto poiché è un mero indicatore sintetico del costo complessivo del contratto e non incide sul contenuto della prestazione a carico del cliente ovvero sulla determinatezza o determinabilità dell’oggetto contrattuale, definita dalla pattuizione scritta di tutte le voci di costo negoziali; l'indicatore sintetico di costo ha valenza di "regola di comportamento", comportante una mera obbligazione risarcitoria a titolo di responsabilità precontrattuale.

Leggi dopo

I compensi dell’amministratore di società fallita, tra bancarotta preferenziale e per distrazione

04 Giugno 2018 | di Marco Marzari

Cass. Pen.

Bancarotta fraudolenta

Integra il reato di bancarotta preferenziale, laddove sussista violazione della par condicio creditorum, e non per distrazione, la condotta dell’amministratore della società fallita che abbia soddisfatto il proprio credito per compensi e rimborsi spese, quando di tali importi sia accertata la congruità.

Leggi dopo

Le fondazioni di diritto privato non sono soggetti in house

31 Maggio 2018 | di Valentina Guerrieri

Cass. Civ.

Società in house

Le fondazioni di diritto privato non rientrano tra i soggetti in house, in quanto enti caratterizzati dall'assenza di finalità di lucro. Infatti, la figura dell'affidamento in house trova la sua precipua collocazione nell'ambito di attività economiche svolte sul mercato con criteri imprenditoriali e secondo logiche concorrenziali.

Leggi dopo

La Corte di giustizia sulla questione pregiudiziale in tema di bis in idem per manipolazione del mercato

21 Maggio 2018 | di Luigi Giordano

CGUE

Manipolazione del mercato

L’art. 50 della Carta dei diritti fondamentali dell’Unione europea dev’essere interpretato nel senso che esso osta a una normativa nazionale in tema di manipolazione del mercato, che consente di celebrare un procedimento riguardante una sanzione pecuniaria, formalmente qualificata come amministrativa, ma di natura sostanzialmente penale, nei confronti di una persona per condotte illecite, per le quali è già stata pronunciata una condanna penale definitiva a suo carico

Leggi dopo

Presupposti di legittimità dell’imposta sostitutiva sui finanziamenti a medio lungo termine

16 Maggio 2018 | di Giovambattista Palumbo

Cass. Civ.

Contratti bancari nell'impresa

Ai fini della applicabilità dell'imposta unica, sostitutiva delle imposte ipotecarie, alle operazioni relative ai finanziamenti a medio e lungo termine, il presupposto di durata del vincolo contrattuale di più di diciotto mesi ricorre soltanto se la durata della operazione di finanziamento, che va desunta dalle clausole contrattuali del negozio sottoposto ad imposizione e non già dall'evolversi successivo del rapporto, supera di almeno un giorno i diciotto mesi.

Leggi dopo

La causa di non punibilità per particolare tenuità del fatto e le ripercussioni nel processo alla persona giuridica

14 Maggio 2018 | di Gabriele Minniti

Cass. Pen.

Responsabilità amministrativa degli enti ex d.lgs. 231/2001

La questione di diritto che viene devoluta al Supremo Consesso inerisce il tema dell'accertamento della responsabilità dell'ente, nelle ipotesi di applicazione della causa di non punibilità per particolare tenuità del fatto nei confronti dell'imputato persona fisica.

Leggi dopo

Il “crac Cirio”: il punto della Cassazione sui reati di bancarotta

11 Maggio 2018 | di Enrico Corucci

Cass. Pen.

Bancarotta fraudolenta

Nel reato di bancarotta fraudolenta patrimoniale il fallimento costituisce una condizione obiettiva di punibilità ed è pertanto estraneo alla sfera di volizione del soggetto agente; l’elemento soggettivo del reato è costituito dal dolo generico, per la cui sussistenza non è necessaria la volontà di cagionare il dissesto né la consapevolezza dello stato di insolvenza dell’impresa né ancora lo scopo di recare pregiudizio ai creditori, essendo sufficiente la consapevole volontà di dare al patrimonio sociale una destinazione diversa da quella di garanzia delle obbligazioni contratte sì da determinare un pericolo di danno per i creditori.

Leggi dopo

La legittimazione al recesso nella società per azioni quotata

08 Maggio 2018 | di Matteo Tabellini

Tribunale di Bologna

Diritto di recesso nella s.p.a.

In tema di recesso nelle società con azioni scambiate nel mercato regolamentato si confrontano due diverse prospettive: una che guarda al recesso come strumento di tutela per il socio non consenziente, in presenza di rilevanti modifiche che riguardano le basi essenziali del contratto sociale, e che, contemporaneamente, presta particolare attenzione agli effetti che il medesimo istituto può determinare per l’organizzazione

Leggi dopo

Pagine