Giurisprudenza commentata

Giurisprudenza commentata

Anatocismo e usura: clausole vecchie e nuova normativa

06 Settembre 2016 | di Riccardo Bencini

Cass. Civ.

Anatocismo bancario

La Corte di Cassazione ha enunciato due principi di diritto che consentono di svolgere una panoramica sulla più recente evoluzione normativa e giurisprudenziale dell’anatocismo e dell’usura nei contatti bancari.

Leggi dopo

I sindaci di una società di capitali non concorrenti nel reato di bancarotta: da potenziali imputati ad attuali danneggiati

30 Agosto 2016 | di Catello Vitiello

Trib. Napoli

Bancarotta fraudolenta

Il tribunale ritiene possibile ravvisare un danno del collegio sindacale dai reati per cui si procede, quantomeno sotto il profilo della lesione dell'immagine dei componenti del collegio sindacale, e ammette dunque la costituzione di parte civile del collegio sindacale.

Leggi dopo

L’applicabilità dell’azione revocatoria all’atto di scissione

22 Agosto 2016 | di Bianca Caruso

Tribunale di Bologna

Atto di scissione

Eseguite le formalità pubblicitarie di cui all'art. 2504-quater c.c., a tutela dell’interesse di carattere generale alla certezza dei traffici economici, gli effetti della scissione diventano irregredibili e la tutela dei creditori anteriori della società scissa si concretizza nei rimedi specificatamente previsti, individuati nel diritto al risarcimento del danno ex art. 2504-quater, comma 2, c.c. e nella solidarietà di cui all'art. 2506-quater, ultimo comma.

Leggi dopo

Supersocietà di fatto: estensibilità del fallimento ai soci illimitatamente responsabili

08 Agosto 2016 | di Francesca Laura Stoppa

Cass. Civ.

Società di fatto

E' ammissibile una società di fatto tra società di capitali, in quanto l'inosservanza dei requisiti formali prescritti dall'art. 2361, comma 2, c.c. per l'assunzione di partecipazioni in società a responsabilità illimitata non incide sulla validità dell'acquisto, bensì assume rilevanza interna alla società. Il fallimento della società di fatto si estende ex art. 147, comma 1, l. fall. ai soci, persone fisiche e/o giuridiche, illimitatamente responsabili.

Leggi dopo

Il sequestro preventivo e la confisca verso la persona giuridica nei reati tributari

01 Agosto 2016 | di Marco Marzari

Cass. Pen.

Confische

Il sequestro preventivo per equivalente, secondo quanto previsto dall’art. 322 ter c.p.p., può essere disposto solo quando risulti impossibile procedersi a confisca diretta dei beni che costituiscono profitto di reato. In caso di violazioni tributarie del legale rappresentante di una società, è possibile procedere a confisca diretta del denaro e dei beni che siano rimasti nella disponibilità della persona giuridica quando siano riconducibili al profitto di reato.

Leggi dopo

L'anatocismo nei mutui bancari

25 Luglio 2016 | di Fabio Fiorucci

Cass. Civ.

Anatocismo bancario

L'avvenuta trasformazione del credito fondiario in un contratto di finanziamento a medio e lungo termine garantito da ipoteca di primo grado su immobili comporta l'applicazione delle limitazioni di cui all'art. 1283 c.c.: il mancato pagamento di una rata di mutuo non determina più l'obbligo (prima normativamente previsto) di corrispondere gli interessi di mora sull'intera rata, inclusa la parte rappresentata dagli interessi corrispettivi.

Leggi dopo

R.T.I.: sub-procura conferita dal rappresentante della capogruppo

22 Luglio 2016 | di Silvia Zenati

Cass. Civ.

Associazione temporanea di impresa

Sebbene, ex art. 11, comma 4, D.lgs. 17 marzo 1995, n. 157, le imprese partecipanti ad una gara d’appalto e all'uopo riunite nella forma del raggruppamento temporaneo, siano tenute a conferire mandato speciale con rappresentanza ad una sola di esse e contestuale procura al legale rappresentante di quest'ultima, ciò non preclude la nomina, da parte di costui, di un sub-procuratore incaricato di curare determinati affari in nome e per conto del raggruppamento medesimo.

Leggi dopo

Notizie “vere” e “false” nell’ambito del bilancio d’impresa

18 Luglio 2016 | di Marco Zanchi, Francesco Rubino, Chiara Langè

Cass. Civ.

Manipolazione del mercato

Il metodo di calcolo utilizzato per la lettura di dati di bilancio non può essere qualificato in termini di falsità o verità essendo l’espressione di un apprezzamento di tipo valutativo che origina dall’impiego di modelli matematico-finanziari (nel caso di specie, la Corte ha affermato che il calcolo del mark to market non esprime un valore concreto ed attuale, ma esclusivamente una proiezione finanziaria basata sul valore teorico di mercato e pertanto non può essere assoggettato ad un giudizio di verosimiglianza).

Leggi dopo

Orientamenti giurisprudenziali sulla cancellazione d’ufficio delle iscrizioni

14 Luglio 2016 | di Tiziana Cappelletti

Tribunale di Roma

Registro delle imprese

La cancellazione di una società di capitali dal Registro delle imprese (e la connessa estinzione) è il risultato di una fattispecie a formazione progressiva, articolata nell’accertamento della causa di scioglimento, nella nomina assembleare del liquidatore e nell’attività di liquidazione in senso proprio, culminante nell'approvazione del bilancio finale di liquidazione, dopo la quale si può richiedere la cancellazione della società dal Registro delle imprese.

Leggi dopo

L’holding persona fisica: responsabilità e fallibilità

11 Luglio 2016 | di Enrico Mugnai, Paolo Cellini

Tribunale di Milano

Holding persona fisica

L’assoggettamento a dichiarazione di fallimento di una holding persona fisica richiede l’accertamento in capo a tale soggetto dei profili paradigmatici dello status di imprenditore individuale (esercizio in proprio dell’attività mediante spendita del nome, economicità della gestione, professionalità e organizzazione imprenditoriale).

Leggi dopo

Pagine