News

News su Estinzione delle società di capitali

Per i debiti della società estinta rispondono i soci

20 Aprile 2018 | di La Redazione

Cass. Civ.

Estinzione delle società di capitali

In caso di estinzione della società, conseguente alla sua cancellazione dal registro delle imprese, nel corso di un giudizio instaurato dall’Agenzia delle Entrate per omesso versamento di Iva e ritenute, delle obbligazioni rispondono i soci illimitatamente, anche se non hanno goduto di alcun riparto in base al bilancio di liquidazione.

Leggi dopo

Ancora sulla legittimazione passiva del socio nel giudizio per i debiti della s.r.l. estinta

21 Settembre 2017 | di La Redazione

Cass. Civ.

Estinzione delle società di capitali

Il giudizio avviato nei confronti di una s.r.l. prosegue nei confronti dei soci, dopo la cancellazione della società dal registro delle imprese.

Leggi dopo

Società estinta: legittimazione dei soci anche senza attivo di liquidazione

19 Giugno 2017 | di La Redazione

Cass. Civ.

Estinzione delle società di capitali

In caso di estinzione della società, i soci succedono nei rapporti debitori già facenti capo all’ente, ma non definiti all’esito della liquidazione; l’effettiva liquidazione dell’attivo non costituisce, però, presupposto della legittimazione ad causam del socio.

Leggi dopo

Società cancellata e ultrattività della procura alle liti

10 Gennaio 2017 | di La Redazione

Cass. Civ.

Estinzione delle società di capitali

L’effetto immediatamente estintivo della cancellazione di una società dal Registro delle imprese viene bilanciato dalla ultrattività del mandato, che comporta una stabilizzazione della posizione giuridica della società estinta: di conseguenza, il procuratore costituito può continuare a rappresentare la parte nelle successive fasi impugnatorie del giudizio.

Leggi dopo

Società cancellata e principio di stabilizzazione processuale del soggetto estinto nella fase di impugnazione

31 Marzo 2015 | di La Redazione

Cass. Civ.

Estinzione delle società di capitali

La cancellazione dal Registro delle imprese comporta l’estinzione della società, ai sensi dell’art. 2495 c.c., con conseguente interruzione del processo di cui essa sia parte. Ma se l’evento interruttivo non dichiarato, il processo continua tra le parti originarie e il difensore della società estinta può proporre impugnazione, purchè munito di una valida procura alle liti per quel grado di giudizio.

Leggi dopo