Quesiti Operativi

Quesiti Operativi

Legittimità della esclusione del socio di s.r.l. e diritto di opposizione

27 Maggio 2015 | di Daniele Fico

Esclusione del socio nella s.r.l.

In una s.r.l. è possibile escludere il socio che abbia compiuto atti di concorrenza sleale in presenza di una clausola statutaria che, sul tema, si limita semplicemente a rinviare all’art. 2473 bis c.c.? In caso affermativo, il socio estromesso può presentare opposizione alla relativa decisione?

Leggi dopo

Affitto d'azienda. Compensazione tra canoni d'affitto scaduti e crediti sorti post fallimento

26 Maggio 2015 | di Mariacarla Giorgetti, Matteo Lorenzo Manfredi

Affitto d’azienda

Può l’affittuario di un contratto di affitto d'azienda di un’impresa fallita con contestuale contratto di locazione dell'immobile ove è ubicata l'azienda, compensare il debito per canoni di affitto con il credito che in lui sorge pagando al creditore del fallimento i canoni di locazione scaduti ante fallimento?

Leggi dopo

Concordato con apporto di finanza esterna mediante atto di destinazione ex art. 2645-ter

12 Maggio 2015 | di Maria Grazia Sirna

Concordato preventivo

Una società a responsabilità limitata intende presentare domanda di concordato ai sensi dell’art. 160 e ss. l.fall. prevedendo nel piano concordatario l’apporto di nuova finanza mediante ricavato della vendita di un immobile di proprietà dei soci. A tal fine, prima del deposito della domanda, i soci intendono rogitare un atto di destinazione ex art. 2645-ter c.c. L’atto di destinazione è ammissibile?

Leggi dopo

Trattamento fiscale delle perdite e delle svaluta­zioni su partecipazioni

01 Aprile 2015 | di La Redazione

S.R.L.: disciplina generale

Una s.r.l. commerciale deteneva una partecipazione in un'impresa industriale avente i requisiti PEX. Tale partecipazione, ceduta nel 2014, ha generato una plusvalenza rilevata contabilmente fra i proventi straordinari. Ai fini IRES è esente al 95%, mentre ai fini IRAP va tassata? La Circolare n. 27/2009 affronta le plusvalenze da cessione beni strumentali e da immobili, ma non tratta di cessioni di partecipazioni. A nostro parere plus e minusvalenze da cessione partecipazioni non rilevano ai fini IRAP.

Leggi dopo

Differimento del termine di approvazione del bilancio

26 Marzo 2015 | di La Redazione

Approvazione del bilancio

In riferimento alla possibilità che una società utilizzi il termine massimo di 180 giorni per approvare il bilancio di esercizio chiuso al 31 dicembre 2014, si chiede se in presenza di particolari esigenze dovute al fatto che l’intero reparto amministrativo della società è stato riorganizzato e centralizzato rispetto all’anno scorso in cui vi era una struttura amministrativa con molteplicità di sedi e contabilità separate, ci siano le giuste condizioni per utilizzare il termine “lungo” di approvazione del bilancio.

Leggi dopo

Iter di approvazione del bilancio di esercizio

24 Marzo 2015 | di La Redazione

Approvazione del bilancio

Qual è il corretto iter di approvazione del progetto di bilancio di esercizio di una società di capitali? In particolare, quali sono le novità relative al deposito in Camera di Commercio del bilancio di esercizio 2014 in formato XBRL?

Leggi dopo

La rateazione dei debiti per la società capitali

23 Marzo 2015 | di La Redazione

Società di capitali

La s.r.l. che amministro è debitrice di un importo pari a 60.000 euro per tributi, sanzioni e interessi. Ho intenzione di chiedere la rateizzazione e mi è stato detto che, al fine di dimostrare la situazione di obiettiva difficoltà, sono tenuto anche a calcolare degli specifici indicatori. Di cosa si tratta?

Leggi dopo

Obblighi relativi all'adozione di modelli organizzativi

12 Marzo 2015 | di La Redazione

Amministrazione tradizionale nella s.p.a.

Si può sostenere che esiste per gli amministratori un vero e proprio obbligo di adozione del modello di organizzazione, gestione e controllo?

Leggi dopo

Socio illimitatamente responsabile di s.n.c., astrattamente fallibile, e procedura di sovraindebitamento

03 Marzo 2015 | di Mariacarla Giorgetti, Matteo Lorenzo Manfredi

S.N.C.

L’ex socio illimitatamente responsabile di una s.n.c., fallito in estensione, una volta che il fallimento della s.n.c. ed il suo si siano chiusi per insufficienza dell’attivo, è legittimato a richiedere l’ammissione alla procedura da crisi da sovraindebitamento di cui alla L. 27 gennaio 2012, n. 3? Il dubbio sorge dalla circostanza che, qualora sopraggiungano nuove attività al proprio patrimonio, detto socio potrebbe ipotizzare e concretamente chiedere la riapertura del proprio fallimento per sgravarsi da taluni debiti (ad esempio verso il fisco). Detto soggetto, quindi, è "assoggettabile" al fallimento: deve quindi ritenersi escluso dall’ambito di applicazione della procedura da sovraindebitamento, che per espressa lettera di legge richiede la “non assoggettabilità” a fallimento? In base ad alcuni spunti dottrinali, tuttavia, sembrerebbe esistere un'opzione interpretativa secondo cui la procedura di cui alla L. 3/2012 sarebbe applicabile in realtà anche a soggetti astrattamente fallibili.

Leggi dopo

Compensazione dei crediti professionali con debiti verso la società fallita

26 Febbraio 2015 | di Daniele Fico

Fallimento

Un creditore professionista intende compensare con suoi debiti il credito che vanta per prestazioni effettuate a favore della fallita. Se nell'esame dello stato passivo curatore e giudice riconoscono la compensazione, il curatore dovrà provvedere a versare la ritenuta sugli onorari compensati?

Leggi dopo

Pagine